Data odierna:29 Novembre 2020

Competenze Didattiche



Il nuovo concorso a cattedra prevede che i candidati ai posti di insegnamento dimostrino di essere in possesso di alcune competenze didattiche comuni a tutte le classi di concorso. Tali competenze sono elencati nella parte generale del bando e sono comunemente chiamate Avvertenze generali.

Il seguente quiz a risposta multipla contiene numerose domande sulle competenze psico-pedagogiche e sulle competenze didattiche. I quesiti del quiz vertono sulle principali teorie dell’apprendimento e sulla psicologia dello sviluppo e il loro impiego nella progettazione didattica.

Il quiz di competenze didattiche comprende, infine, anche domande sulle competenze sociali e sulle tecniche e strumenti a disposizione dei docenti per realizzare un’azione didattica efficace anche in una prospettiva inclusiva.

Competenze Didattiche

1 / 10

Secondo le recenti ricerche in ambito didattico, il peer tutoring (la metodologia didattica che prevede la collaborazione fra pari ai fini dell'apprendimento) tende a migliorare i profitti:

2 / 10

La forza dell’abitudine è la variabile interveniente per:

3 / 10

Uno solo dei seguenti non rientra nei Disturbi della comunicazione secondo la classificazione proposta dal DSM V. Quale?

4 / 10

Qual è il titolo dell'opera più nota del pedagogista brasiliano Paulo Freire?

5 / 10

All’interno del paradigma costruttivista si è data grande importanza al pensiero che ha caratteristiche sequenziali e concrete, che concerne fondamentalmente le azioni e le intenzioni umane. Si tratta del pensiero:

6 / 10

Riguardo all'area dell'affettività nel contesto scolastico, quale delle seguenti affermazioni è vera?

7 / 10

”Sempre relativamente al tema della memoria McGeorg e McDonald studiarono gli effetti di interferenza, ovvero di disturbo, che i diversi tipi di materiale hanno sul ricordo variando l’attività compiuta dai soggetti nell’intervallo di tempo compreso tra l’apprendimento di una serie di aggettivi e la successiva rievocazione (per rievocazione si intende il ricordo verbale). Essi furono in grado di provare che l’oblio era minore quando, nel suddetto intervallo, i soggetti riposavano o erano impegnati nell’apprendere materiali molto differenti da quelli originari (per es. sillabe senza senso). L’oblio aumentava, invece, quando dovevano imparare altri aggettivi e diveniva massimo se questi erano simili per significato a quelli appresi in origine.” I risultati ottenuti evidenziano che (indica quale delle quattro affermazioni è errata):

8 / 10

I deliri sono:

9 / 10

Cosa si intende con il termine "brainstorming"?

10 / 10

Il Behaviorismo studia:

Il tuo punteggio è