Data odierna:3 Febbraio 2023
pedagogia

Pedagogia e didattica dell’inclusione


Come già noto, lo scorso agosto il Miur ha pubblicato il decreto n. 616, con il quale ha indicato le modalità di conseguimento dei 24 CFU, necessari – oltre alla laurea – per accedere al concorso a cattedra per la scuola secondaria. Si tratta di 24 CFU da acquisire in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche.

I crediti potranno essere acquisiti esclusivamente presso enti interni al sistema universitario (Università pubbliche, private e telematiche accreditate dal ministero della Pubblica Istruzione) o dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica. Si ricorda inoltre, che in modalità telematica si potranno acquisire un massimo di 12 crediti. Inoltre, i crediti conseguiti nell’ambito di Master, Dottorati di ricerca, Scuole di specializzazione saranno riconosciuti.

Dei 24 CFU, bisognerà avere almeno 6 CFU in almeno tre di questi ambiti disciplinari:

  1. pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione;
  2. psicologia:
  3. antropologia;
  4. metodologie e tecnologie didattiche.

Per quanto riguarda il corso di pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione, gli studenti dovranno conoscere le linee di sviluppo della Pedagogia Speciale e della Didattica dell’inclusione; conoscere i presupposti epistemologici di riferimento; riconoscere e applicare i principi fondanti delle didattiche inclusive specificatamente collegati alla professione di insegnante in contesti scolastici; progettare individualmente e collegialmente l’ambiente di apprendimento in un’ottica inclusiva; conosce le strategie per promuovere una relazione di aiuto significativa tra docente e discente e per favorire l’alleanza scuola-famiglia.

Alcune Università hanno inserito nel settore di pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione anche un modulo di Storia della Scuola e delle Istituzioni Educative.

Il seguente quiz di pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione copre tutti gli argomenti da trattare compreso “Storia della Scuola” per darvi la possibilità di testare le vostre conoscenze. Le domande del quiz saranno diverse ogni volta che ricaricate la pagine.

Sul nostro sito, oltre al quiz di pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione, troverete anche i quiz delle altre materie dei corsi per l’acquisizione dei 24 CFU.

 

     

Pedagogia e didattica dell’inclusione

1 / 10

La pedagogia generale costituisce un ‘dispositivo’ essenziale fondamentale per:

2 / 10

Quali caratteristiche deve avere l’educazione di un bambino che miri a estrinsecare pienamente tutte le sue potenzialità?

3 / 10

Chi stabilì una gerarchia delle conoscenze secondo una scala teorica che partiva dalla biologia per giungere alla filosofia?

4 / 10

Il metodo montessoriano sottolinea l'importanza del fatto che:

5 / 10

In quale anno nacque la FNISM la Federazione Nazionale Insegnanti Scuole Medie?

6 / 10

Jean Piaget sostiene che il fanciullo:

7 / 10

“Un altro motivo ricorrente nelle indagini cognitive più recenti, è il rilievo che gli studenti possiedono in larga misura diversi tipi di menti e quindi apprendono, ricordano, eseguono e comprendono in modi diversi. In particolare, risulta ampiamente documentato che mentre l'approccio all'apprendimento di alcuni è primariamente linguistico, quello di altri privilegia un percorso spaziale o quantitativo. Conseguentemente alcuni studenti danno una migliore prova di sé quando si chiede loro di manipolare simboli di vario tipo, mentre altri riescono a esprimere meglio la propria comprensione delle cose mediante prove pratiche o interazioni con altri individui”. Secondo le tesi sostenute nel brano

8 / 10

La legge Casati e quella Coppino:

9 / 10

Freinet sosteneva una pedagogia popolare che riconoscesse piena validità culturale agli interessi dei bambini:

10 / 10

Cosa favorisce la società per Rousseau?

Il tuo punteggio è